Crea sito
Seleziona una pagina

Alessandra Magni

METAMORFOSI

Il vento, fenomeno immateriale, si palesa sulle forme.
Il soggetto iniziale di questi disegni è l’ombrello che mosso e stropicciato dal vento si mostra per ciò che è, nelle sue differenti possibilità di forma.
Opponendosi e dunque resistendo alla forza del vento l’ombrello assume una forma nuova che si allontana dalla funzione e dal contesto di partenza per giungere a un nuovo significato. Le figure che ricordano fiori o elementi naturali sono pensate come gli atti delle potenzialità racchiuse nell’ombrello che passa dall’appartenere al mondo artificiale a diventare parte di quello naturale. Il vento è dunque autore del cambiamento e della trasformazione, da qui il titolo metamorfosi.

“Nella metamorfosi la vita continua nella trasformazione, prolungandosi in quella degli altri viventi e non viventi, migrando altrove e cambiando forma, senza dover ogni volta morire e rinascere.”

Nel regno animale per esempio“La metamorfosi è di fatto il meccanismo che permette a due corpi incompatibili (come il bruco e la farfalla) di appartenere allo stesso individuo.”

Tecnica: grafite su carta.

Dimensione: 24×33 cm.